Il Piano d’impresa 2014-2017

Con il nuovo Piano d’Impresa, approvato a marzo 2014, il Gruppo Intesa Sanpaolo si è posto, per il quadriennio 2014-2017, l’obiettivo di perseguire una nuova fase di crescita basata su una strategia innovativa che, mettendo le persone al centro dell’attenzione e adottando un modello di business chiaro ed efficiente, punti ad aumentare la redditività in maniera sostenibile, ottimizzando capitale e liquidità.

La nuova strategia si innesta su alcune priorità ormai patrimonio genetico di Intesa Sanpaolo, che punta a confermarsi come Banca dell’economia reale, a supporto di famiglie e imprese e che, facendo leva su un bilancio solido e una posizione di leader, soddisfa una domanda di credito sana e gestisce la ricchezza dei clienti in maniera responsabile. Intesa Sanpaolo vuole essere Banca con una redditività sostenibile, in cui risultati operativi, produttività, profilo di rischio, liquidità e solidità/leva sono attentamente bilanciati.

Il Piano prevede interventi definiti sui seguenti ambiti:

  • New Growth Bank, per sviluppare i ricavi con motori di crescita innovativi in grado di cogliere le nuove opportunità sul mercato;
  • Core Growth Bank, per catturare il potenziale reddituale inespresso del business esistente, in termini di sviluppo dei ricavi, di riduzione dei costi operativi, di governo del credito e dei rischi;
  • Capital-Light Bank, per ottimizzare l’impiego del capitale e della liquidità, minimizzando gli asset "non core" della banca;
  • Persone e Investimenti, come fattori abilitanti chiave per la massimizzazione del contributo di ciascuna delle tre Banche al risultato di Gruppo.

Numerose iniziative sono già state poste in essere sia dal punto di vista organizzativo che con riferimento all’innovazione di prodotto, al miglioramento del servizio alla clientela e allo sviluppo del capitale umano di Intesa Sanpaolo (vedi Bilanci 2015, pagg. 32-35 Bilanci 2015 ).

Il Piano d’Impresa si propone di generare, nell’orizzonte di Piano, un rendimento superiore al costo del capitale sia a livello complessivo di Gruppo, sia a livello di singola Business Unit. Il raggiungimento di questo obiettivo consentirà di creare valore condiviso nei confronti di tutti gli stakeholder.

Questi sono gli obiettivi che ci eravamo posti nei confronti degli stakeholder e i progressi compiuti nel 2015 dall’avvio del Piano d’Impresa:

StakeholderBeneficiRisultati 2014 (€ mld)Risultati 2015 (€ mld)Obiettivi di Piano 2017 (€ mld)
Azionisti Dividendi 1,2 2,4 ~10
Famiglie e imprese Nuovo credito a medio-lungo termine erogato all’economia reale 34 48 ~170
Terzo settore Nuovo credito a medio-lungo termine a supporto di imprese sociali 0,2 ~0,2 ~1,2
Dipendenti Spese del personale 5,1 5,3 ~21
Fornitori Acquisti e investimenti 2,6 2,7 ~10
Settore Pubblico Imposte dirette e indirette ~2,7 ~2,5 ~10