Il Piano d’Impresa ha individuato nella valorizzazione e nella motivazione delle persone e nel rafforzamento del loro senso di appartenenza alcune delle leve fondamentali per il raggiungimento degli obiettivi strategici del Gruppo. Tale approccio si è concretizzato con l’assegnazione gratuita di azioni Intesa Sanpaolo e la possibilità di accedere a piani di investimento (c.d. Piani LEICOP) che consentono ai dipendenti di partecipare alla condivisione del valore creato durante il corso del Piano di Impresa. Inoltre è stato profuso un significativo sforzo in azioni e processi a sostegno dell’ingaggio e della motivazione delle persone, sviluppando concrete opportunità di valorizzazione del merito, delle professionalità e delle competenze con progetti e percorsi di crescita mirati per persone motivate e di talento. E’ stato creato valore attraverso un sistema di relazioni industriali in grado di mantenere coesione sociale e di sviluppare soluzioni innovative e sostenibili incentrate sul potenziamento del sistema integrato di welfare per i collaboratori e le loro famiglie. Infine si è proseguito nell’investimento sulla formazione continua, focalizzandosi su importanti progetti a supporto delle scelte strategiche aziendali.

Valorizzare e motivare 

La piattaforma “On Air” per la gestione e lo sviluppo professionale del Gruppo è ad oggi estesa a tutto il personale delle Strutture Centrali di Capogruppo e della Divisione Banca dei Territori. On Air promuove la motivazione delle persone attraverso un processo strutturato di autocandidatura a percorsi di assessment cui fa seguito l’attivazione di piani personalizzati di rafforzamento ed empowerment finalizzati alla crescita e allo sviluppo professionale. La piattaforma assicura un monitoraggio costante e una valorizzazione delle persone in una logica di sviluppo delle persone per la copertura di futuri ruoli manageriali.

La motivazione individuale rappresenta quindi l’elemento distintivo di On Air, quale criterio di individuazione del merito e di attivazione di logiche di sviluppo professionale, nel rispetto dei valori di inclusività e di valorizzazione delle diversità. Nel corso del 2015 le attività di assessment hanno coinvolto più di 1.300 persone con l’avvio di 1.475 piani di sviluppo (anche relativi a assessment svolti nel 2014). Parallelamente proseguono le attività di assessment manageriale.

In risposta all’evoluzione del contesto e all’insorgere di nuovi mestieri e grazie alla mappatura di expertise, skill, motivazioni e attitudini resa disponibile in On Air dalle persone autocandidate – è entrato a regime il processo, “Direct Job Offering”, che ha consentito di realizzare campagne di job searching mirate sulla base del profilo delle posizioni aperte e dei fabbisogni di competenze presenti in Azienda. In una logica di “mercato interno” del lavoro si è consentito di creare opportunità e spazi di crescita trasversale per i colleghi interessati e motivati. Nel 2015 sono 2.046 i colleghi contattati.

Anche nelle Controllate Estere è stato condotto un progetto di Assessment Manageriale rivolto prevalentemente alle seconde linee delle Banche Estere che ha visto il coinvolgimento di tutte le Controllate del perimetro, per un totale di 286 manager. I risultati delle valutazioni sono già stati restituiti a tutte le realtà partecipanti. Il progetto aveva l’obiettivo di evidenziare l’aderenza della popolazione target rispetto al nuovo modello delle competenze manageriali di Gruppo per definire poi iniziative di sviluppo in linea con le aree di miglioramento evidenziate dall’assessment, sia a livello della singola banca estera sia cross-country. In coerenza con quanto fatto in Italia, per supportare localmente lo sviluppo manageriale, è stato dato a disposizione delle Banche Estere uno strumento, denominato ‘International Consequence Management’ che permette di creare percorsi di rinforzo delle competenze risultate migliorabili dagli Assessment.

Attraverso una struttura costituita ad hoc si contribuisce a costruire e diffondere nel Gruppo una cultura di attenzione e valorizzazione del merito e del talento delle persone, responsabilizzando i manager di oggi rispetto alla crescita e allo sviluppo dei manager di domani. A tal fine è in fase di progettazione un Sistema di Talent Management di Gruppo, con l’obiettivo di contribuire alla individuazione e allo sviluppo della prossima generazione di manager, attraverso iniziative formative ad hoc e percorsi di sviluppo anche internazionali, orientati alla creazione di figure specialistiche e manageriali ad elevato standard professionale. In questa prima fase il sistema si focalizza prioritariamente sulla valorizzazione dei talenti già presenti nel Gruppo, con specifiche caratteristiche, per accompagnarli verso ruoli di maggiore complessità.

Nelle Divisioni di business nel 2015 si è continuato a sostenere lo sviluppo delle persone anche con specifiche iniziative. Per quanto riguarda la Divisione Corporate e Investment Banking si è puntato a progetti per la valorizzazione delle aree di eccellenza (progetto “Compass”), e a programmi di sviluppo individuale (“Feedback manageriale a 360°) realizzando circa 200 assessment complessivi. Il 2015 ha visto anche la prosecuzione del progetto di empowerment e orientamento professionale per i colleghi giovani della Divisione (“Imagine”) con il coinvolgimento di circa 45 colleghe e colleghi, i loro Responsabili diretti e il team Risorse Umane di Divisione. Dal 2009, data di lancio dell’iniziativa, sono state coinvolte complessivamente più di 500 persone.

Percorsi di carriera internazionali

Intesa Sanpaolo punta alla valorizzazione e motivazione delle persone anche attraverso la creazione di percorsi di carriera internazionale e inter-funzionali. La mobilità internazionale è quindi attualmente considerata uno strumento gestionale strategico sia per lo sviluppo delle competenze e della professionalità delle risorse sia per rafforzare e consolidare la cultura comune a livello di Gruppo.

Nel 2015 è proseguito il progetto ‘Brain Swap’, esperienza di scambio culturale e professionale della durata di 15 giorni per le persone appartenenti alla Divisione Corporate & Investment Banking. Brain Swap è un’iniziativa formativa che incrementa la condivisione, la business collaboration e le sinergie tra le strutture centrali e la rete internazionale. Dal 2012, anno di lancio dell’iniziativa, sono stati coinvolti complessivamente 75 partecipanti e 48 Tutor.

Nel 2015 si sono svolti gli ultimi percorsi di training-on-the-job progettati nell’ambito dell’iniziativa “MIpath”, consistente nella creazione ed implementazione di percorsi internazionali di formazione e sviluppo dedicati al personale delle Controllate Estere. Complessivamente dal 2014 sono stati realizzati 45 percorsi. Seguendo lo stesso ‘format’ sono stati inoltre realizzati alcuni percorsi individuali destinati a Responsabili di struttura della Divisione Banche Estere, in linea con la revisione organizzativa funzionale all’implementazione del modello di servizio.