L’occupazione è una delle dimensioni prioritarie su cui si stanno incentrando le azioni per supportare la motivazione e il coinvolgimento delle persone in termini di flessibilità, efficienza e produttività.

Il Gruppo che conta più di 87.600 dipendenti, nel 2015 ha assunto 2.842 persone (792 in Italia e 2.050 all’estero). A livello di Gruppo la componente femminile è pari al 53,2% e l’investimento sul futuro attraverso l’inserimento di giovani risorse, più di 1.550, è proseguito in coerenza con gli obiettivi aziendali.

Il tasso di turnover di Gruppo, pari a -1,36% registra un andamento coerente con gli interventi strutturali previsti.

In tema di tutela dell’occupazione, uno degli obiettivi del Piano d’Impresa è proprio il riassorbimento di 4.500 persone dal 2014 al 2017 su iniziative prioritarie; al 2015 se ne contano già 4.230 (il 95% dell’obiettivo al 2017), fermo restando peraltro che il riassorbimento potrà considerarsi consolidato solo al conseguimento degli obiettivi economico patrimoniali del Piano di Impresa. Per Intesa Sanpaolo la tempestività dell'azione di riqualificazione e riconversione è fondamentale affinché le persone, una volta insediate nei nuovi ruoli, possano svolgere un ruolo attivo nel raggiungimento degli obiettivi del Piano d'Impresa.

Employer Branding e Recruiting

Durante il 2015, è continuata la collaborazione con le principali università italiane sul versante dell’orientamento professionale e del reclutamento. Numerose le attività di Employer Branding in Italia e all’estero finalizzate a sostenere studenti e laureati nella loro fase di inserimento nel contesto lavorativo: i tirocini formativi e di orientamento professionale, i career day, gli incontri e workshop tenuti dai colleghi delle varie realtà del Gruppo, le sponsorizzazioni e le borse di studio per Master specialistici post laurea, sono le principali modalità attraverso cui la Banca ha sostenuto i giovani talenti nella fase di ingresso nel mondo del lavoro in Italia e all’estero.

In particolare, sono state organizzate 50 iniziative presso istituzioni accademiche e sedi della Banca, in Italia e all’estero, con il coinvolgimento in qualità di Employer Ambassador di circa 80 colleghi provenienti dalle diverse realtà del Gruppo e sono stati attivati 175 stage.

Sono continuate su LinkedIn le attività di rafforzamento della reputazione di Intesa Sanpaolo come luogo di lavoro di eccellenza in Italia e all’estero, testimoniato dall’alto tasso di crescita dei followers della company page (+ 75% nel 2015 rispetto al 2014). Durante l’anno sono stati valutati in selezione 644 candidati expert reclutati tramite il canale.

Intesa Sanpaolo si è classificata come prima banca tra i Top 50 Employer nel ranking “InDemand” che classifica le aziende più desiderate sulla base delle interazioni dei professionisti iscritti a LinkedIn. Tra gli indici misurati: il livello di engagement, l’interazione con le opportunità di stage e di lavoro pubblicate, il numero di persone raggiunte dai contenuti.