Sviluppare una cultura comune basata sui valori aziendali e favorire il senso di appartenenza dei colleghi: questi i principali obiettivi delle attività di comunicazione interna. Un sistema integrato di strumenti, quali la Intranet, la Corporate Tv, l’house organ, l’ascolto strutturato dei collaboratori, favorisce la diffusione dei nuovi modelli aziendali e professionali fornendo al personale adeguate informazioni e motivazioni che facilitano il coinvolgimento, la condivisione degli obiettivi e la partecipazione attiva ai cambiamenti.

Nel 2015 è stato condotto un ascolto capillare e specifico per le varie strutture e divisioni di business, con survey  e altre iniziative ad hoc. Intensa anche l’organizzazione di ascolto tramite focus group: 21 incontri che hanno coinvolto oltre 200 colleghi. Un altro strumento di ascolto qualitativo sono le interviste telefoniche in profondità, che coinvolgono soprattutto i capi delle strutture della banca. Nel 2015 hanno riguardato 21 Direttori Commerciali della Banca dei Territori e 14 Direttori di Filiale.

Survey ad hoc e raccolta feedback sono iniziative realizzate con e per le diverse strutture aziendali. Nel 2015 ne sono state realizzate oltre 40.

I colleghi sono inoltre periodicamente coinvolti in raccolte di idee e suggerimenti o chiamati a esprimere il livello di gradimento sugli interventi WebTv del Top Management. E’ stata anche assicurata una costante attività di informazione a tutti i colleghi del Gruppo, in Italia e all’estero, sull’andamento dell’attuazione del Piano d’Impresa nei diversi settori di attività del Gruppo. E’ proseguita l’attività di comunicazione e informazione rivolta alle persone che operano in azienda, con riguardo sia ai servizi, sia alle relazioni industriali: in quest’ambito, è stata realizzata una comunicazione multimediale approfondita sul contratto collettivo di secondo livello siglato da azienda e Organizzazioni sindacali a ottobre 2015.

Nella Divisione Insurance, è stato condottto il “Progetto di Ascolto” attraverso incontri gestionali, individuali e collettivi con l’obiettivo di accogliere richieste, esigenze e sogni dei colleghi: 30 incontri collettivi per Struttura e 495 incontri individuali gestiti e condotti dal Capo Divisione.

Anche nelle Controllate Estere sono state realizzate iniziative di comunicazione e ascolto volte a stimolare la generazione di idee da parte dei dipendenti. In genere, la raccolta di idee è stata di due tipi: da un lato libera e dunque aperta a proposte appartenenti a diverse aree tematiche, dall’altro focalizzata attorno a temi specifici della vita aziendale, quali prodotti, servizi, miglioramento di processi interni, risoluzione di problemi puntuali, comunicazione, ambiente di lavoro, attività di responsabilità sociale, volontariato, immagine aziendale. Un ulteriore distinguo consiste nella durata delle iniziative, che potevano essere di tipo continuativo oppure aperte ad hoc per periodi di tempo definiti.

VÚB Banka vanta il progetto più longevo, “Zapni”: nel 2015 sono state raccolte 125 idee, delle quali 7 hanno trovato implementazione, portando a 137 le idee implementate dal 2009, anno di lancio. In Intesa Sanpaolo Bank Albania, invece, è attivo dal 2014 il programma “Fresh Ideas”, volto a raccogliere idee per migliorare i processi interni, creare nuovi prodotti, utilizzare nuove tecnologie e proporre nuove business partnership ai diversi stakeholder. Nel 2015 sono pervenute 16 idee, mentre sono state implementate 12 proposte provenienti dalla raccolta avvenuta nel 2014. Alexbank ha continuato anche nel 2015 due iniziative focalizzate sulla raccolta di segnalazioni e proposte da parte dei colleghi relativamente a progetti CSR e di volontariato volti a portare aiuti in alcune regioni svantaggiate del Paese, “CSR 4 My People” (anno di lancio: 2012) e “Those who need us” (2014). In particolare, nell’ambito di questa seconda iniziativa nel 2015 sono state inviate 24 idee, 16 delle quali sono state implementate.