Il valore economico generato nel 2015 dal Gruppo Intesa Sanpaolo 1 è stato di 15,6 miliardi. Tale ammontare esprime il valore della ricchezza prodotta, in massima parte distribuito tra le controparti (stakeholder) con le quali il Gruppo si rapporta a vario titolo nella sua operatività quotidiana. In particolare:

  • i dipendenti e i collaboratori hanno beneficiato di oltre il 38% del valore economico generato, per un totale di 6 miliardi. Nell’importo complessivo sono inclusi, oltre alle retribuzioni del personale dipendente, anche i compensi corrisposti alle reti di promotori finanziari;
  • i fornitori hanno beneficiato del 17% circa del valore economico generato, per complessivi 2,7 miliardi corrisposti a fronte dell’acquisto di beni e della fornitura di servizi;
  • Stato, Enti e istituzioni hanno rilevato un afflusso di risorse complessive di 2,9 miliardi, pari al 19% circa del valore economico generato e riferibili per 1,5 miliardi circa alle imposte correnti sul reddito dell’esercizio, per oltre 900 milioni ad imposte indirette e tasse e per 516 milioni relativi agli oneri correlati ai nuovi sistemi di risoluzione delle crisi bancarie e di garanzia dei depositi ed al salvataggio di quattro banche italiane commissariate. Oltre alla specifica assegnazione da parte della Capogruppo e di alcune società del Gruppo di utili ai Fondi di beneficenza e ad elargizioni ed erogazioni liberali (12 milioni complessivamente), numerose sono state le iniziative in ambito sociale e culturale e gli interventi effettuati a valere sui Fondi di beneficienza e per erogazioni a carattere sociale e culturale da parte della Capogruppo costituiti in esercizi precedenti;
  • agli Azionisti e ai terzi è stato destinato il 16% circa del valore economico generato prevalentemente attribuibile al dividendo proposto, per un ammontare complessivo di 2,4 miliardi;
  • il restante ammontare, circa 1,6 miliardi, è stato trattenuto dal sistema impresa. Si tratta della fiscalità anticipata e differita, degli ammortamenti e degli accantonamenti a fondi rischi e oneri. L’autofinanziamento è da considerare come investimento che le altre categorie di stakeholder effettuano ogni anno al fine di mantenere in efficienza e permettere lo sviluppo del complesso aziendale.   

 VALORE ECONOMICO   MILIONI DI EURO   [%] 
 VALORE ECONOMICO GENERATO    15.649   100,0 
 VALORE ECONOMICO DISTRIBUITO    - 14.087   90,0 
   Dipendenti e collaboratori    - 6.031   38,6 
   Fornitori   - 2.676   17,1 
   Stato, Enti e istituzioni, Comunità    - 2.932   18,7 
   Azionisti, Detentori di strumenti di capitale e Terzi    - 2.448   15,6 
 VALORE ECONOMICO TRATTENUTO    1.562   10,0 

Valore economico generato nel 2015

Valore economico generato nel 2015

1 Il Valore economico generato è stato calcolato secondo le istruzioni distribuite dall’Associazione Bancaria Italiana ed in coerenza con gli standard di riferimento a livello internazionale. Il calcolo viene effettuato riclassificando le voci del Conto economico consolidato incluso nei prospetti contabili disciplinati dal Circolare n. 262 della Banca d’Italia.